es    en    pt    fr   
 

f

x

 

Storia della Fibrotomia Graduale

Valeri Borisovich Ulzibat è il nome del chirurgo e ricercatore precursore
della tecnica chirurgica chiamata Fibrotomia graduale. Nato nel 1946 all‘interno
una famiglia di militari, ha studiato medicina presso l‘Università di Kemerova. Esercita la professione di traumatologo e docente in Ortopedia e Traumatologia 
in diverse università e ospedali russi. Nel 1985, nel tentavo di alleviare i dolori muscolari di cui soffre un familiare a lui vicino, si cimenta in una serie di ricerche e prove chirurgiche che sfociano poi nella tecnica chirurgica funzionale denominata Fibrotomia Graduale a tappe. Per lo scopo disegna e brevetta una strumentazione chirurgica che in un primo momento risultava essere di fabbricazione quasi artigianale e che ora invece prevede un preciso e complesso processo manifatturiero.

Nel 1990 a seguito di una serie di studi pubblica un prontuario terapeutico sul trattamento 
del dolore muscolare e miofasciale approvato dal Ministero della Salute Russo. Nel mese di dicembre del 1996 consegue il dottorato in scienze mediche e nella relativa tesi vengono riportati gli eccellenti risultati ottenuti grazie alla tecnica chirurgica sviluppata. Già nel 1998 V.B.Ulzibat riceve il titolo di ricercatore emerito della Federazione Russa e nel dicembre 1999 quello di professore.

La fibrotomia inizia ad essere applicata una serie di pazienti colpiti da dolenza muscolare o miofasciale ottenendo eccellenti risultati nel caso di patologie
in cui sia presente un qualche forma di spasticità ( paralisi cerebrale , fibromialgia , esiti di ictus oischemie, diplegie , emiparesi ... ) Dal 1992, sotto il nome di Istituto di Riabilitazione Clinica di Tula, inizia a lavorare con un’équipe di chirurghi, anestesisti, neurologi e infermiere specializzate. Qui inizia la formazione del Dr. Alexey Repetunov, che appena terminati gli studi di medicina, inizia a lavorare a stretto contatto con il Dott. Ulzibat. In realtà tutta l’équipe collabora allo sviluppo e perfezionamento della fibrotomia graduale, fino a farla diventare il trattamento chirurgico che è oggi. I medici dell‘istituto hanno pubblicato in totali 8 tesi sulla fibrotomia e pubblicato più di 165 articoli scientifici che hanno sottolineato la validità scientifica del metodo al cospetto della comunità medica russa. Gliottimi risultati conseguiti specialmente in pazienti affetti da paralisi cerebrale infantile fanno sì che i pazienti di tutto il mondo inizino a darsi da fare per essere sottoposti a trattamento chirurgico presso clinica di Ulzibat, che quindi progetta un complesso sistema di lavoro che porta la clinica ad organizzare viaggi e soggiorni dei pazienti a Tula.

Successivamente l’èquipe capitanata da Ulzibat dà il via alla diffusione della tecnica chirurgica al di fuori dei confini russi grazie ad una serie di conferenze ed interventi a convegni medici in diversi paesi del mondo, volti a far conoscere la tecnica in gran parte del mondo. Tuttavia i problemi con la lingua e alcuni aspetti controversi dei suoi studi non sempre ne hanno agevolato la diffusione. Purtroppo il Professor Ulzibat muore improvvisamente nel 2004 e molti dei progetti e accordi di espansione in altri paesi (tra cui la Spagna )vengono meno. La sua eredità rimane nelle mani dell’Istituto di Riabilitazione Clinica da lui stesso fondato nel 1992 e dei suoi componenti che tuttora si impegnano a sviluppare nuovi concetti e modifiche funzionali alla tecnica oggi applicata. Mentre la tecnica si va continuamente perfezionando e migliorando grazie al lavoro dei suoi adepti, la mancanza di una guida imprenditoriale (come lo era lo stesso Dr Ulzibat), i problemi con la lingua e altri fattori, rallentano l’espansione della fibrotomia graduale al di fuori dei confini della Federazione Russa dopo la sua morte.